Acqua pubblica, Pdr a Firetto: «Tagli costi di gestione, solo così si risparmia»

Giacalone ribatte alle dichiarazioni del sindaco Firetto: per il consigliere del Pdr la riduzione del prezzo alla fonte viene assorbita dai costi di gestione

«Le dichiarazioni di ieri del sindaco di Agrigento non possono essere in alcun modo condivisibili e lo stesso Firetto continua a non voler dire dove sta il problema del caro bolletta di cui soffre Agrigento».

Lo afferma il coordinatore cittadino del Pdr e consigliere comunale William Giacalone.

«Il caro bolletta non lo si risolve portando il costo dell’acqua da quello 0,70 a 0,60 o addirittura 0,50 centesimi: siamo certi che il decoroso risparmio di 0,10 o addirittura 0,20 centesimi sia un regalo alla città e non sia un ennesimo regalo al gestore privato? - continua Giacalone - Voglio ricordare che non sempre quando cala il prezzo della materia prima corrisponde un risparmio per il consumatore finale in quanto la riduzione del prezzo alla fonte viene assorbita dai costi di gestione. Ma davvero non si rende conto che in città girano più macchine del gestore privato che dei carabinieri? Per risolvere il problema del caro bolletta il sindaco dovrebbe rivolgersi al taglio dei costi della gestione e non solo alla riduzione del costo del bene primario. Perché continua a non proferire parola sui costi di gestione?»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento