Registra con il cellulare le donne che usavano il bagno di uno studio medico: denunciato

Il quarantaquattrenne, informatore medico-scientifico, avrebbe intenzionalmente lasciato la propria borsa all'interno del servizio igienico

(foto ARCHIVIO)

Avrebbe intenzionalmente lasciato all'interno del bagno di uno studio medico un telefono cellulare in modalità di registrazione. L'obiettivo era riprende le donne che utilizzavano il servizio igienico. Ha 44 anni il palermitano che è stato denunciato - dai poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento - alla Procura. L'ipotesi di reato contestata è interferenza illecita nella vita privata. 

A chiamare i poliziotti è stata una donna. Il palermitano, durante la sua attività lavorativa: è un informatore medico-scientifico, avrebbe lasciato, all'interno del bagno la propria borsa. E nella borsa, accuratamente occultato, c'era un cellulare in modalità registrazione. A quanto pare, il quarantaquattreenne, prima dell'arrivo della polizia, si era allontanato dallo studio medico. Ma gli agenti sono riusciti a identificarlo e portarlo in Questura. 

E' stato sequestrato il cellulare che verrà, adesso, dopo le autorizzazioni della Procura, sottoposto a tutte le verifiche necessarie. Anche questa attività, svolta dalla polizia, rientra nella maxi operazione di controllo - disposta dal dipartimento di Pubblica sicurezza - denominata "Periferie sicure".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • Psicosi Coronavirus, dirigenti scolastici sospendono le gite

  • Incidente a San Leone: auto contro un muro, perde la vita un 32enne

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento