Referendum per la rettifica dei confini, ecco tutte le istruzioni per votare

Alle urne sono chiamati i cittadini maggiorenni di Agrigento, Favara e Aragona, le sezioni sono state accorpate per ridurre sui costi

Favara Ovest

Si avvicina la data del referendum per la rettifica dei confini tra Agrigento, Favara e Aragona e la macchina organizzativa è ormai pronta.

Le elezioni, conclusione di un lunghissimo processo burocratico che è stato portato avanti negli anni a fasi alterne e con tante difficoltà, si svolgeranno il prossimo 5 maggio dalle 7 alle 22. L’elettore, che deve recarsi al seggio munito di tessera elettorale, può esprimere la sua preferenza tracciando un segno sulla risposta affermativa o negativa (sì o no) indicata entro l’apposito spazio sulla scheda elettorale. Saranno chiamati al referendum i cittadini maggiorenni e residenti iscritti nelle liste elettorali dei comuni.

Favara Ovest: dalla Regione via al referendum su confini

Pochi i seggi, per ridurre sulle spese. Ad Agrigento nel seggio 1 andranno le sezioni dall’1 al 9, nel seggio 2 le sezioni dal 10 al 17, nel seggio 3 dal 18 al 26. Location sarà l’ex caserma dei vigili del fuoco del viale della Vittoria. Nel quarto seggio si installeranno le sezioni tra 30 e 35, mentre al seggio 5 ci saranno le sezione 36 a 45, e voteranno presso gli uffici di via Pancamo a Fontanelle. Un sesto e un settimo seggio (rispettivamente sezioni da 46 a 50 e da 51 a 54) sarà installato al Palacongressi di Villaggio Mosè, un ottavo seggio si troverà all’ospedale “San Giovanni di Dio” per le sezioni 55 e 55 bis, mentre il nono seggio, che unisce le sezioni da 27 a 40 sarà installato sempre al Palacongressi. A questo si aggiunge il “seggio volante”. A Favara, invece, si voterà solo al plesso “Manzoni” di via Sant’Angelo, che raccoglierà 5 sezioni. Un lavoro massacrante per i presidenti di seggio, che dovranno vidimare migliaia di tessere.

Referendum sui confini, risolto il problema del quorum

Si moltiplicano intanto gli appelli al voto: dal sindaco di Agrigento Lillo Firetto a quello di Favara, Anna Alba, passando per singoli consiglieri comunali, presidenti del Consiglio comunale e singoli cittadini che in questi anni si erano spesi per accelerare la procedura di rettifica o che patiscono in maniera diretta i disagi provocati dall'attuale stato di cose. Come noto la rettifica andrà ad influire soprattutto sull'area nota come "Favara Ovest", territorio favarese per tradizione ma agrigentino a causa delle scelte fatte nel contesto del censimento del 2010.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento