Pubblicati i redditi dei deputati regionali, Enzo Fontana il più ricco

A seguire nella classifica l'ex presidente della Provincia regionale di Agrigento, c'è Lillo Firetto, Michele Cimino, Salvatore Cascio, Margherita La Rocca Ruvolo, Matteo Mangiacavallo, Giovanni Panepinto e, infine, Roberto Di Mauro

Palazzo dei Normanni, sede dell'Ars

Sono stati pubblicati sul sito dell'Assemblea regionale siciliana i redditi (imponibili) dei deputati siciliani riferiti all'anno di imposta 2013. Così come prevede la normativa, infatti, i parlamentari all'Ars (così come quelli nazionali) sono tenuti a dichiarare pubblicamente la situazione patrimoniale e il reddito percepito. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo il governatore Rosario Crocetta, che ha dichiarato 201.784 euro, ecco la classifica degli agrigentini. Al primo posto c'è l'ex presidente della Provincia Enzo Fontana, con 209.561 euro. A seguire, il sindaco di Porto Empedocle, Lillo Firetto, che ha dichiarato 149.906 euro. Poi, ancora Michele Cimino (115.385 euro), Salvatore Cascio (115.226 euro), Margherita La Rocca Ruvolo (112.985 euro), il grillino Matteo Mangiacavallo (110.714 euro), Giovanni Panepinto (110.646 euro) e Roberto Di Mauro (109.819 euro).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Gli cade il telefonino, torna indietro e non lo ritrova più: avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento