Recupero del centro storico, firmato protocollo tra architetti e Comune

Accordo per il censimento e la schedatura di particolari edifici strategici nel centro città, l’istituzione del museo etnoantropologico e l'Urban center

Anna Alba e Alfonso Cimino

Un censimento e la schedatura di particolari edifici strategici nel centro città, l’istituzione del museo etnoantropologico e l'Urban center. Di questo si è discusso ieri nel corso di un incontro tra Alfonso Cimino, presidente dell’Ordine degli Architetti della provincia di Agrigento, l’architetto Calogero Giglia, consigliere dell’Ordine, il sindaco Anna Alba, l’assessore alle Politiche comunitarie Umberto Rumolo e l’architetto Giacomo Sorce, dirigente comunale.

Nel corso dell'incontro è stato firmato un protocollo d'intesa tra il Comune e l’Ordine degli Architetti, finalizzato al censimento e alla schedatura degli edifici del centro storico che versano in condizione di degrado e all’esercitazione e aggiornamento degli operatori di volontari di Protezione civile. Compito dell’amministrazione comunale è di eseguire un’indagine preliminare sulle condizioni di stabilità del patrimonio edilizio del centro storico mentre agli Architetti spetta l’incarico di censire e schedare il patrimonio immobiliare sotto il profilo della stabilità.

Dopo la firma del protocollo d’intesa, si è discusso dell’Urban center, già esistente a Favara nell’ex mattatoio, al quale l’Ordine degli Architetti potrà apportare il proprio contributo con la realizzazione del laboratorio di idee sulla rigenerazione urbana. Laboratorio che ha già il suo primo compito: istituire il museo etnoantropologico.

“Il percorso intrapreso oggi con il sindaco Alba – ha detto Alfonso Cimino – comincia con la firma del protocollo d’intesa per monitorare il centro storico. Noi, attraverso il dipartimento di Protezione civile il cui consigliere delegato è l’architetto Roberto Campagna, monitoreremo gli edifici del centro storico per averne la mappatura e sfruttare il sisma bonus che, appunto, offre la possibilità di intervenire sugli edifici del centro storico. Mappatura utile a comprenderne lo stato di degrado e programmare iniziative volte a rigenerare e riqualificare il centro storico cittadino".

“Apprezziamo quest’idea propositiva dell’Ordine degli Architetti – ha dichiarato il sindaco Anna Alba – che giunge in un periodo storico in cui tutti i paesi della provincia si trovano ad avere centri storici decadenti. Ritengo sia importante studiare lo stato dei luoghi e quello che si vorrà fare".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Video

    Scappano dall'ovile e sprofondano nel fango, "strage" di pecore: custode in ospedale

  • Cronaca

    Si finge incinta e con tre complici deruba anziano medico, intera "banda" a giudizio

  • Cronaca

    Il fabbricato di quattro piani è abusivo, il Comune: "Va demolito entro 90 giorni"

  • Cronaca

    Ambulanti abusivi all'ingresso della Valle, bloccati e allontanati dalla polizia

I più letti della settimana

  • Coltivavano marijuana fra gli alberi di cachi, sequestrate 30 tonnellate: tre arresti

  • Scovata "l'azienda agricola" della "maria": fra gli arrestati anche un impiegato comunale

  • Scoppia una maxi rissa, 18enne ferito a colpi di spranga: 5 denunciati

  • Caditoie otturate e piccolo cedimento, ristretta la carreggiata: riaperta la bretella di piazzale Rosselli

  • "Casa del vigile", dopo 59 anni c'è la sentenza: il proprietario dello stabile è il Comune

  • Trentenne senza vita ritrovato nella sua abitazione, morte naturale?

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento