Non hanno ricevuto lo stipendio, operatori ecologici minacciano lo sciopero

Il sindacato Confael, guidato da Manlio Cardella, ha incontrato i vertici della Dedalo Ambiente ed il vice sindaco. I lavoratori attendono le spettanze di ottobre

Operatori ecologici al lavoro

Il sindacato Confael, guidato da Manlio Cardella, protesta per “il ritardo del pagamento dello stipendio del mese di ottobre agli operatori ecologici di Ravanusa” e “chiede nel contempo chiarimenti circa i frequenti ritardi nella corresponsione del salario”.

La Confederazione autonoma europea dei lavoratori si è confrontata con i vertici della Dedalo Ambiente ed il vice sindaco di Ravanusa.

“Veniva riferito – scrive Cardella - che la Dedalo Ambiente non può ottemperare al pagamento delle mensilità in assenza della regolarità dei versamenti delle somme di competenza da parte del Comune di Ravanusa. Il vice sindaco del Comune di Ravanusa, informava dell’imminente finanziamento di una cospicua somma da parte del Ministero degli interni. La Confael ha precisato che, nelle more di ciò, ove il Comune dovesse chiedere delle anticipazioni bancarie di cassa per far fronte al pagamento degli stipendi dei dipendenti comunali, tale richiesta non potrà che essere comprensiva anche delle somme da versare a Dedalo Ambiente per la  copertura salariale  del mese di ottobre di spettanza del personale in comando presso il Comune di Ravanusa”.

“E’ stata esposta inoltre la problematica – conclude il sindacato - della sicurezza nei luoghi di lavoro, dei mezzi di trasporto, dei Dpi, della formazione e dei relativi aggiornamenti alle maestranze e agli addetti. Su tali questioni si rimane in attesa di un confronto di merito. La Confael ha informato anche la Prefettura di tale situazione, precisando al Comune di Ravanusa ed alla Dedalo Ambiente che in assenza di  risposte concrete ed immediate i lavoratori saranno costretti a ricorrere all’esercizio del diritto di sciopero, nei modi e nelle forme previste dalle vigenti norme di legge e di contratto in materia di servizi pubblici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: una persona in ospedale

  • "Testate all'ex fidanzata per farla abortire", ventunenne rinviato a giudizio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento