"Ti ammazzo ma prima ti tolgo i figli", divieto di avvicinamento per marito violento

L'uomo non potrà raggiungere la donna nè comunicare con lei dopo averla minacciata e pedinata: chiusa l'inchiesta per stalking e violenza privata

“Ti ammazzo ma non lo farò adesso, solo dopo la sentenza di separazione. Prima voglio farti provare la sensazione di vederti togliere i figli e poi ti posso ammazzare”. Per quasi un anno avrebbe perseguitato la moglie, con cui erano in corso le pratiche per chiudere il rapporto coniugale, minacciandola, intimorendola e, in una circostanza, bloccandola con la sua auto e impedendole di proseguire la marcia.

Per un trentaquattrenne di Ravanusa, dopo le denunce della moglie per stalking e violenza privata, è scattato il divieto di avvicinamento alla donna e presto finirà sotto processo. Il gip Luisa Turco ha emesso il provvedimento che gli impone di tenersi distante almeno 500 metri dall’ex moglie e di non comunicare con lei con nessuna modalità, anche telematica e a distanza. Il trentenne, difeso dall’avvocato Gero Lo Giudice, davanti al gip ha respinto le accuse negando di avere mai perseguitato la donna e precisando che, al massimo, si è trattato di “sporadiche manifestazioni di insofferenza rispetto al suo atteggiamento provocatorio nelle circostanze in cui - ha detto - andavo a prelevare i nostri figli”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo il pubblico ministero Gloria Andreoli ha fatto notificare l’avviso di conclusione delle indagini preliminari, atto che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Gli cade il telefonino, torna indietro e non lo ritrova più: avviate indagini

  • La statua di Camilleri diventa un "giallo": polemiche su donatori e progetto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento