"Perseguita e minaccia l'ex moglie", giudizio immediato per 34enne

Il processo è stato fissato per il 16 marzo davanti al giudice monocratico Antonio Genna

foto ARCHIVIO

Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, ha disposto il giudizio immediato a carico di un 34enne di Canicattì, residente a Ravanusa, accusato di stalking. L'uomo - già sottoposto al divieto di dimora a Ravanusa e di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa - avrebbe molestato, pedinato, insultato e minacciato di morte l'ex moglie. Lo riporta oggi il quotidiano La Sicilia. Il processo è stato fissato per il 16 marzo davanti al giudice monocratico di Agrigento, Antonio Genna. L'imputato è rappresentato e difeso dall'avvocato Calogero Lo Giudice. Tutto ebbe inizio nel febbraio di due anni fa quando il tribunale dispose la separazione fra i coniugi. Da quel momento in poi, per cinque mesi, l'uomo avrebbe perseguitato la sua ormai ex moglie. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Sono in arrivo forti temporali: diramata l'allerta meteo "gialla"

  • "Stavamo collocando le microspie e ci ha sparato addosso", racconto choc di tre tecnici in incognito

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata con tragedia in via Petrarca, 64enne si accascia al suolo e muore

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento