"Senza stipendio da due mesi", lavoratori della Dedalo "occupano" la sede

Si tratta di 34 persone che hanno percepito l'ultima busta paga a luglio. Denunciano una "disparità di trattamento con l'altro personale dell'Ato Ag3"

La protesta dei lavoratori della Dedalo Ambiente

Si definiscono “dipendenti di serie B” i lavoratori della Dedalo Ambiente che oggi hanno occupato simbolicamente la sede della direzione generale dell’azienda, nella zona industriale di Ravanusa. Parte del personale si è incatenato davanti l'ingresso dell'azienda.

Si tratta di 34 persone.

“E’ in atto – si legge nel comunicato stampa dei lavoratori - una contestazione “civile” causata dalla disparità di trattamento con i colleghi delle altre unità operative dei Comuni facenti parte dell’Ato Ag3, dovuta ai mancati pagamenti delle spettanze del mese di agosto, settembre e del maturando ottobre. Si è arrivati all’assurdo: i dipendenti dell’unità operativa di Licata hanno ricevuto in anticipo lo stipendio di ottobre 2016”. “Chiediamo – aggiungono i lavoratori - le spettanze dovute in egual misura degli altri colleghi. Con questa lettera facciamo un ultimo appello ai sindaci dei Comuni dell’Ato Ag3, al commissario straordinario, al legale rappresentante e liquidatore, a tutte le forze politiche e alle organizazioni sindacali, affinchè risolvano, insieme ai lavoratori, tutte le problematiche. Resta inteso che se malgrado tutto la situazione non verrà definita positivamente, i dipendenti con a seguito le famiglie proseguiranno con tutte le misure consentite e possibili (decreti ingiuntivi, denunce all’ispettorato del lavoro etc.)”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Non si ferma all'Alt e fugge lungo la 115, bloccato 17enne: multe per 10 mila euro

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento