"Coltivavano marijuana sulla terrazza di casa", arrestati marito e moglie

Oltre alla mini piantagione artigianale, i carabinieri hanno sequestrato anche mezzo chilo di "roba" in fase di essiccazione

Coltivavano marijuana sulla terrazza di casa. Una coppia di trentaduenni di Ravanusa è stata arrestata dai carabinieri, mezzo chilo la "roba" che è stata sequestrata. 

I carabinieri della compagnia di Licata e quelli della stazione di Ravanusa, al termine di una breve attività investigativa, hanno fatto scattare un blitz all’interno di un’abitazione. All’interno, vi hanno trovato una mini piantagione artigianale di marijuana. In particolare, i militari hanno rinvenuto sul terrazzo della loro casa, nascoste da una rete metallica, varie piante di “canapa indiana” quasi pronte per essere raccolte. In uno stanzino adiacente, sempre i carabinieri hanno trovato altre piante, già in fase di essicazione, per un peso totale di circa mezzo chilo di sostanza stupefacente. 

I carabinieri, inoltre, hanno provveduto a sequestrare tutto quel materiale utile alla crescita della piantagione, come fitofarmaci, vasi e siringhe per iniettare reagenti chimici alle piante, circa 200 semi di cannabis e tre bilancini di precisione.

Per la insospettabile coppia, - G. F. e C. L. - sono scattate le manette. L'accusa è di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti. Entrambi sono stati posti agli arresti domiciliari.

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento