Anche Ravanusa ha la sua statua, inaugurato il ricordo di Totò Lauricella

Fu sindaco della città, parlamentare, ministro della Repubblica e presidente dell'Ars

La statua dell'onorevole Lauricella e il sindaco Carmelo D'Angelo

Il primo fu, lungo corso Garibaldi, nella "sua" Racalmuto, Leonardo Sciascia. Era l'ottobre del 1997. Poi, nel maggio del 2009, "toccò" al commissario Montalbano lungo via Roma a Porto Empedocle. E alla scopertura della statua era presente anche "papà" Andrea Camilleri. Da ieri, a Ravanusa, c'è - sempre sul marciapiede, ma di piazza 25 Aprile, - la statua bronzea di Salvatore Lauricella già sindaco di Ravanusa, parlamentare, ministro della Repubblica e presidente dell'Ars. E ieri, a Ravanusa, era presente anche l'onorevole Gianfranco Miccichè.

Statue di bronzo, di diversa ispirazione. Statue che però rappresentano, in qualche modo, la parte migliore, la più nota di una determinata comunità.

E in merito alla statua dell'onorevole Lauricella, il sindaco di Ravanusa Carmelo D'Angelo aveva scritto: "Qualcuno ha scritto che è meglio non ricevere gratitudine che non fare del bene. Noi abbiamo deciso - aveva spiegato D'Angelo - di esprimere gratitudine a chi, piaccia o no, tanto bene ha fatto per la nostra terra. Ho voluto con forza il monumento a Totò Lauricella". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento