"Coltivava canapa indiana in casa", sequestrati 10 chili di "roba": arrestato un imbianchino

Il ventinovenne è stato trovato in possesso di una ventina di piante e oltre due etti di marijuana già essiccata. La "roba" è stata scovata dentro un armadio, probabilmente per favorirne la maturazione

(foto ARCHIVIO)

Nuovo colpo allo spaccio di sostanze stupefacenti. I carabinieri hanno scoperto, all'interno di un'abitazione di Ravanusa, una coltivazione di canapa indiana. Circa 10 i chili di "roba" sequestrata. Un ventinovenne - un imbianchino - è stato arrestato in flagranza di reato. Adesso, dovrà rispondere dell'ipotesi di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti. Su disposizione del sostituto procuratore di turno, titolare del fascicolo d'inchiesta immediatamente aperto, il giovane è stato posto ai domiciliari. 

IL VIDEO. "Nascondeva la canapa indiana nell'armadio", ecco chi è l'arrestato 

Nelle ultime ore, i carabinieri della stazione di Ravanusa, al termine di una prolungata attività informativa e di osservazione, hanno fatto irruzione in un’abitazione del centro storico. All’interno vi hanno sorpreso un giovane imbianchino ventinovenne in possesso di una ventina di piante di “Canapa indiana” ed oltre due etti di marijuana già essiccata. I militari hanno scovato le piante di “canapa indiana” nascoste dentro un armadio, probabilmente per favorire il processo di maturazione. Il peso totale della sostanza stupefacente rinvenuta è stato stimato in circa dieci chili, sostanza che se rivenduta al dettaglio avrebbe potuto fruttare alcune migliaia di euro.

I carabinieri, inoltre, hanno trovato e sequestrato - secondo quanto rende ufficialmente noto il comando provinciale dell'Arma di Agrigento - il materiale utile alla crescita delle piante, circa due etti di semi di cannabis, un bilancino di precisione e materiale vario usato per la coltivazione. Nel corso della perquisizione, inoltre, sono saltate fuori delle banconote: oltre 900 euro. Il denaro è stato sequestrato perché ritenute provento dell’attività di spaccio.

L’operazione svolta, rientra in una forte intensificazione delle attività di prevenzione e contrasto al fenomeno della coltivazione e dello spaccio di stupefacenti. Negli ultimi giorni, infatti, sono stati vari i blitz effettuati in tutta la provincia dai carabinieri del comando provinciale di Agrigento. Fra i più importanti sequestri, e non soltanto per l'Agrigentino ma per l'intero territorio nazionale, quello di circa trenta tonnellate di marijuana avvenuto in territorio di Naro. 

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • La ricetta dei panini di San Calò

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • I documenti obbligatori da tenere in auto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento