"Agenzia di scommesse illegale", due imprenditori a giudizio

Vito Luciani, 40 anni e Thomas Di Caro, 35 anni, avrebbero attivato dei terminali non autorizzati in Italia

Agenzia di scommesse illegale perchè i terminali presenti sarebbero stati collegati a un sito internet straniero che la normativa italiana non consente di utilizzare per la raccolta delle scommesse.

Due imprenditori, gestori di un'attività di Ravanusa, denunciati dopo un controllo il 18 novembre scorso, finiscono a giudizio. Si tratta di Vito Luciani, 40 anni e Thomas Di Caro, 35 anni. Il procuratore aggiunto Salvatore Vella ha disposto la citazione diretta a giudizio. Il processo è stato fissato, davanti al giudice monocratico Enzo Ricotta, il 5 novembre.

Il difensore, l'avvocato Salvatore Pennica, prima dell'eventuale apertura del dibattimento, potrà chiedere il giudizio abbreviato o il patteggiamento. 

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • Come organizzare la grigliata perfetta. Ecco cosa serve per una serata attorno alla brace

  • La ricetta dei panini di San Calò

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Muore vecchio boss di Palma, il questore dispone: niente funerali

  • "Rapina e violenta moglie dell'amico dopo avere trascorso il Capodanno insieme", condannato 27enne

  • Si contendono la location: scoppia una maxi lite fra i "paninari" di San Leone

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento