"Agenzia di scommesse illegale", due imprenditori a giudizio

Vito Luciani, 40 anni e Thomas Di Caro, 35 anni, avrebbero attivato dei terminali non autorizzati in Italia

Agenzia di scommesse illegale perchè i terminali presenti sarebbero stati collegati a un sito internet straniero che la normativa italiana non consente di utilizzare per la raccolta delle scommesse.

Due imprenditori, gestori di un'attività di Ravanusa, denunciati dopo un controllo il 18 novembre scorso, finiscono a giudizio. Si tratta di Vito Luciani, 40 anni e Thomas Di Caro, 35 anni. Il procuratore aggiunto Salvatore Vella ha disposto la citazione diretta a giudizio. Il processo è stato fissato, davanti al giudice monocratico Enzo Ricotta, il 5 novembre.

Il difensore, l'avvocato Salvatore Pennica, prima dell'eventuale apertura del dibattimento, potrà chiedere il giudizio abbreviato o il patteggiamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Braccati dai carabinieri dopo la rapina alla banca Sant'Angelo: fermati 2 palermitani e un sabettese

  • Rapinata la banca Sant'Angelo: in due portano via 50 mila euro

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Grande Fratello vip, l'empedoclina Clizia Incorvaia al centro del gossip

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento