"Agenzia di scommesse illegale", due imprenditori a giudizio

Vito Luciani, 40 anni e Thomas Di Caro, 35 anni, avrebbero attivato dei terminali non autorizzati in Italia

Agenzia di scommesse illegale perchè i terminali presenti sarebbero stati collegati a un sito internet straniero che la normativa italiana non consente di utilizzare per la raccolta delle scommesse.

Due imprenditori, gestori di un'attività di Ravanusa, denunciati dopo un controllo il 18 novembre scorso, finiscono a giudizio. Si tratta di Vito Luciani, 40 anni e Thomas Di Caro, 35 anni. Il procuratore aggiunto Salvatore Vella ha disposto la citazione diretta a giudizio. Il processo è stato fissato, davanti al giudice monocratico Enzo Ricotta, il 5 novembre.

Il difensore, l'avvocato Salvatore Pennica, prima dell'eventuale apertura del dibattimento, potrà chiedere il giudizio abbreviato o il patteggiamento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento