"Rapinarono un'anziana", accusato il nipote: "Minacciati con una pistola"

Davanti al giudice sono comparsi: Gianluca Stagno, Giuseppe Matina, Amedeo Stagno e Filippo Buscemi

Rapina ad un’anziana donna, quattro le persone che nella giornata di ieri hanno deposto al tribunale di Agrigento. Il processo riguarda un reato commesso nel 2009. Davanti al giudice sono comparsi: Gianluca Stagno, Giuseppe Matina, Amedeo Stagno e Filippo Buscemi. Sui quattro uomini pende l’accusa di rapina aggravata. L’anziana fu privata di alcuni gioielli di valore. 

Tra gli accusati anche il nipote della donna. L’uomo sarebbe colpevole di avere favorito il colpo. Lui, però, si difende e scaccia via le accuse. “Ci puntarono la pistola e avevano il volto coperto. Mentre loro rubavano presi il telefono e lo diedi a mia nonna per farle chiamare mio zio. Loro si accorsero di questo e scapparono”. Queste le parole del nipote della donna. La vittima del furto, oggi 80enne,  ha risposto alle domande del giudice Alfonso Malato. La donna è una non vedente.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento