"Rapinarono un'anziana", accusato il nipote: "Minacciati con una pistola"

Davanti al giudice sono comparsi: Gianluca Stagno, Giuseppe Matina, Amedeo Stagno e Filippo Buscemi

Rapina ad un’anziana donna, quattro le persone che nella giornata di ieri hanno deposto al tribunale di Agrigento. Il processo riguarda un reato commesso nel 2009. Davanti al giudice sono comparsi: Gianluca Stagno, Giuseppe Matina, Amedeo Stagno e Filippo Buscemi. Sui quattro uomini pende l’accusa di rapina aggravata. L’anziana fu privata di alcuni gioielli di valore. 

Tra gli accusati anche il nipote della donna. L’uomo sarebbe colpevole di avere favorito il colpo. Lui, però, si difende e scaccia via le accuse. “Ci puntarono la pistola e avevano il volto coperto. Mentre loro rubavano presi il telefono e lo diedi a mia nonna per farle chiamare mio zio. Loro si accorsero di questo e scapparono”. Queste le parole del nipote della donna. La vittima del furto, oggi 80enne,  ha risposto alle domande del giudice Alfonso Malato. La donna è una non vedente.

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • Specchio, specchio delle mie brame

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento