"Rapinò 50 euro da una tabaccheria", ammesso al giudizio abbreviato

Michele Acquisto, 41 anni, che venne arrestato dai carabinieri resta intanto agli arresti domiciliari

(foto ARCHIVIO)

È stato ammesso al giudizio abbreviato e sarà processato il 12 settembre. Rimane, intanto, agli arresti domiciliari mentre la persona offesa non si è costituita parte civile. E' questa la vicenda giudiziaria - ricostruita oggi dal Giornale di Sicilia - di Michele Acquisto, 41 anni, che avrebbe rapinato una tabaccheria di Ribera con un magro bottino: appena 50 euro, dandosi poi alla fuga e venendo rintracciato ed arrestato poco dopo dai carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Procura della Repubblica di Sciacca aveva chiesto il giudizio immediato per Acquisto, ma il processo, su istanza della difesa, sarà celebrato con il rito abbreviato. L'imputato è difeso dall'avvocato Lucia Borsellino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'università: "Calo dei contagi, l'epidemia in Sicilia finirà prima che altrove"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

  • Secondo tampone positivo in meno di 24 ore a Ravanusa: è un focolaio diverso, per l'Asp gli infetti sono 85

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento