"Rapinò assicurazione con pistola finta", 21enne lascia i domiciliari

Ad agire, nel 2018, erano stati in due: Sabella sarà comunque sottoposto all'obbligo di firma

(foto ARCHIVIO)

Dopo un anno di arresti domiciliari, è tornato in libertà, anche se con l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, Francesco Sabella, 21 anni, a processo con l'accusa di rapina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo riporta il Giornale di Sicilia. Il giovane, secondo l'accusa, si sarebbe reso responsabile due anni fa di una rapina perpetrata nei confronti  di un'agenzia di assicurazioni a Menfi. Il bottino fu di circa 800 euro. Ad agire furono in due, utilizzando una pistola a gas priva di tappo di protezione, poi trovata durante un controllo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Sono in arrivo forti temporali: diramata l'allerta meteo "gialla"

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Palma sotto choc per la morte di Marchese, il sindaco: "Siamo sgomenti per il brutale omicidio"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento