"Falso alibi a carabiniere rapinatore", chiesto quarto rinvio a giudizio

Silvana Cantavenera, 45 anni, avrebbe coperto il collega del compagno, dicendo di averlo visto nella sua abitazione

Falso alibi a carabiniere imputato di rapina. “È venuto a trovarci a casa la sera, poco prima delle 21, mentre in tv andava in onda Striscia la notizia. Era tornato dalla Calabria e ci ha portato la nduja”.

Se fosse stato vero, sarebbe stato del tutto incompatibile con l’ipotesi che in quel momento il militare Andrea Mirarchi, 40 anni, originario della Calabria ma in servizio alla stazione di Palma, collega del compagno della donna, Giuseppe Federico, era in una casa ad Aragona a rubare con due complici.

Dopo tre assoluzioni, anche la quarta imputata dell’inchiesta – Silvana Cantavenera, 45 anni – accusata di false informazioni al pubblico ministero, finisce a processo. Questa mattina il difensore, l’avvocato Santo Lucia, ha chiesto il giudizio abbreviato e il gup Alessandra Vella ha poi rinviato al 10 aprile per la requisitoria del pubblico ministero e l’arringa del legale. In un diverso troncone dell’inchiesta erano accusati degli stessi fatti lo stesso Federico e i fratelli Francesco e Calogero Burgio, 30 e 40 anni: la difesa, oggi, ha prodotto la sentenza di assoluzione dei tre. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Arrivano 6 milioni di euro e il Comune è pronto a saldare i debiti, Carmina con le spalle al muro dalle mozioni di sfiducia

  • Incidenti stradali

    Incidente frontale lungo la Sciacca-Caltabellotta: muore un pensionato ottantenne

  • Cronaca

    Multe del 2016 non onorate, Comune tenta recupero di 137 mila euro

  • Video

    "Giornate Fai di primavera", i tesori dell'Agrigentino presi d'assalto

I più letti della settimana

  • Ancora sangue sulle strade: 53enne perde la vita in un incidente sulla statale 118

  • Vede palpeggiare la sorella dal balcone, scende e gli stacca l'orecchio a morsi: rinviati entrambi a giudizio

  • "Loggia segreta capace di condizionare la politica", due agrigentini coinvolti: una arrestata e l'altro indagato

  • L'incidente mortale di Joppolo, il sindaco di Raffadali: "Sarà lutto cittadino"

  • Abbandonava cartoni e copertoni d'auto in via Gioeni, sorpreso e bloccato dal sindaco

  • L'omicidio di Alessandria, la vittima ha fatto il nome dell'assassino prima di morire

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento