Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

A chiamare i carabinieri è stato il proprietario degli animali, insospettito e allarmato dall'improvvisa assenza dell'uomo

Trova il cancello aperto e gli animali lasciati da soli, cerca ripetutamente il pastore che si prendeva cura della mandria e non trovandolo - ma soprattutto insospettendosi ed allarmandosi per quella improvvisa assenza - chiama i carabinieri.  

I militari dell’Arma della stazione di Raffadali, coordinati dal comando compagnia di Agrigento, per ore ed ore, hanno cercato – battendo palmo a palmo tutti i campi dove l’uomo era solito lavorare – il pastore sessantunenne. Ad un certo punto, a causa dell’oscurità e avendo bisogno di luce, hanno richiesto l’intervento dei vigili del fuoco del comando provinciale. I pompieri sono giunti in maniera fulminea e con i fari accesi s'è dato corso alla meticolosa perlustrazione. Nel frattempo, naturalmente, era stata fatta la doverosa verifica: il pastore a casa non era rientrato. 

In contrada Gattà, a Raffafali, è stato ritrovato senza vita Luigi Costanza (e non Giuseppe come riferito, in prima battuta, dai soccorritori ndr.) di 61 anni. Secondo la prima ispezione cadaverica, l’uomo - che è stato trovato con le mani strette al petto - sarebbe morto per un arresto cardio-circolatorio. La salma è, al momento, a disposizione del sostituto procuratore di turno. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

  • "Sono caduta dalle scale": ferite non compatibili col racconto, avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento