"Si impossessò di una borsa contenenti documenti", immigrato arrestato per estorsione

I carabinieri hanno effettuato anche una perquisizione domiciliare nella residenza di un trentanovenne di Raffadali

(foto ARCHIVIO)

Sparisce una borsa contenente documenti personali e i carabinieri arrestano in flagranza, per estorsione, Hanif Hussain Muhammad. La borsa viene ritrovata a casa di un raffadalese 39enne e il denunciante recupera tutto quello che era di sua proprietà. E' accaduto tutto nel pomeriggio di ieri a Raffadali. A chiedere "aiuto" ai militari dell'Arma della stazione cittadina è stato un immigrato. L'uomo ha raccontato che l'altro immigrato gli aveva sottratto dei documenti personali che si trovavano all'interno di una borsa. 

Scattato l'arresto, per l'ipotesi di reato di estorsione, a carico di Hanif Hussain Muhammad, i carabinieri non hanno ritrovato la borsa. Ecco dunque che hanno deciso di effettuare una perquisizione domiciliare nella residenza del 39enne di Raffadali. Ma l'uomo ha consegnato spontaneamente la borsa, ricostruendo che gli era stata consegnata tempo prima da Hanif Hussain Muhammad a seguito della sua abitazione. Borsa che - secondo quanto è stato riferito agli investigatori - conteneva dei documenti personali di Hanif Hussain Muhammad. E in effetti i carabinieri hanno ritrovato documenti personali di quest'ultimo, ma anche documentazione medica intestata al denunciante, una Sim card, una scheda memoria da 32 gb e un curriculum vitae. Tutti oggetti che sono stati già restituiti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimentica gli occhiali che spariscono in un lampo: interviene la polizia

  • Notte di fuoco fra Palma e Licata: distrutte le auto di insegnante e agricoltore

  • Cliente preleva allo sportello e si accorge dell'incendio in banca: chiusa piazza per ore

  • Il mondo di un agrigentino a Budapest, Gero Miccichè: "Io e la Disney, una grande emozione"

  • Sorpresa in un'osteria di Realmonte, arriva Giancarlo Giannini

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento