Mancato pagamento degli stipendi, i netturbini sono sul piede di guerra

"E' necessario - dicono i sindacati - che l'amministrazione comunale consideri l'importanza di fare rispettare le norme contrattuali"

(foto ARCHIVIO)

Non ricevono lo stipendio con regolarità, i lavoratori delle ditte Iseda, Sea, Ecoin e Icos sono sul piede di guerra.

Tutto è contenuto in un documento notificato giusto stamattina alle imprese oltre che alla Prefettura e alla Srr Ato4 dalle organizzazioni sindacali. Stando a queste, oggi devono essere versate ben due mensilità. Gli operatori, scrivono Cgil Fp, Fit Cisl e Uiltrasporti, "in questo momento di grave crisi sanitaria del Paese, dovuta all'emergenza Covid19, hanno garantito con generosità il massimo livello di efficacia del servizio pubblico essenziale quale è l'igiene urbana" nonostante, precisano, "i lavoratori non riescano a garantire le esigenze primarie delle loro famiglie.

"E' necessario - concludono - che l'amministrazione comunale consideri l'importanza di fare rispettare le norme contrattuali per i versamenti delle spettanze e per la sicurezza dei lavoratori. Per scongiurare proteste spontanee, quindi, si chiede l'intervento del prefetto per risolvere la vertenza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • L'omicidio di Furci Siculo, l'assassino di Lorena ai carabinieri: "Non so perché l'ho fatto"

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento