Caos differenziata, Firetto smorza le polemiche: "Siamo davanti ad una svolta epocale"

Il primo cittadino: "Sono stati distribuiti già oltre 16 mila kit, un numero importante, che testimonia l'entusiasmo con cui gli agrigentini hanno accolto l'iniziativa"

Un momento della conferenza stampa

Caos per il ritiro dei cestelli, rifiuti in strada e cittadini infuriati. Per l’amministrazione comunale la raccolta differenziata rischia di trasformarsi in un incubo. A gettare acqua sul fuoco delle polemiche di questi giorni, è intervenuto questa mattina il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, insieme all'assessore all'Ambiente, Domenico Fontana. 

VIDEO - Firetto: "Gli agrigentini stanno rispondendo bene"

"Siamo di fronte ad un fatto epocale - ha detto il primo cittadino - non vorrei che questo fosse trascurato, nonostante i piccoli, grandi disagi che i cittadini stanno vivendo in questi giorni. Ad Agrigento sta partendo a tappeto la raccolta differenziata, grazie a cui libereremo le nostre strade dai cassonetti. Sono stati distribuiti già oltre 16 mila kit, un numero importante, che testimonia l'entusiasmo con cui gli agrigentini hanno accolto l'iniziativa. Credo sia un passo di civiltà a cui la città sta rispondendo bene".

"Per quanto riguarda i disagi, - ha proseguito Firetto - dobbiamo confrontarci anche con altri Comuni, non solo siciliani, dove l’avvio della differenziata ha comportato anche disagi inevitabili. Sta nella natura delle cose, anche se, nel nostro caso, possiamo certamente gestirli meglio".

VIDEO - Fontana: "Isola ecologica per le zone non servite

Al sindaco ha fatto eco l'assessore Fontana, che si è detto soddisfatto dell'avvio di questa nuova fase di raccolta. "Al di là delle polemiche - ha aggiunto Fontana - la questione fondamentale è che 35 mila agrigentini oggi sono serviti dalla differenziata. Le difficoltà sono legate al fatto che questa città non aveva tutta l’infrastruttura e la logistica necessaria per potere partire, ma noi abbiamo ritenuto necessario lanciare il cuore oltre l’ostacolo, facendoci carico anche di alcuni disservizi".

Riguardo, infine, alle code per il ritiro dei kit, Fontana ha chiarito: "Ci sono state soltanto nell'ultima settimana, in quelle precedenti c'erano già le polemiche ma non le file. C'erano solo degli enormi elenchi di nomi scritti su fogli di carta, elenchi che probabilmente la ditta avrebbe potuto gestire meglio".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • Incidente sulla statale 123, uomo perde controllo dell'auto: estratto dalle lamiere

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento