Caos differenziata, Firetto smorza le polemiche: "Siamo davanti ad una svolta epocale"

Il primo cittadino: "Sono stati distribuiti già oltre 16 mila kit, un numero importante, che testimonia l'entusiasmo con cui gli agrigentini hanno accolto l'iniziativa"

Un momento della conferenza stampa

Caos per il ritiro dei cestelli, rifiuti in strada e cittadini infuriati. Per l’amministrazione comunale la raccolta differenziata rischia di trasformarsi in un incubo. A gettare acqua sul fuoco delle polemiche di questi giorni, è intervenuto questa mattina il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, insieme all'assessore all'Ambiente, Domenico Fontana. 

VIDEO - Firetto: "Gli agrigentini stanno rispondendo bene"

"Siamo di fronte ad un fatto epocale - ha detto il primo cittadino - non vorrei che questo fosse trascurato, nonostante i piccoli, grandi disagi che i cittadini stanno vivendo in questi giorni. Ad Agrigento sta partendo a tappeto la raccolta differenziata, grazie a cui libereremo le nostre strade dai cassonetti. Sono stati distribuiti già oltre 16 mila kit, un numero importante, che testimonia l'entusiasmo con cui gli agrigentini hanno accolto l'iniziativa. Credo sia un passo di civiltà a cui la città sta rispondendo bene".

"Per quanto riguarda i disagi, - ha proseguito Firetto - dobbiamo confrontarci anche con altri Comuni, non solo siciliani, dove l’avvio della differenziata ha comportato anche disagi inevitabili. Sta nella natura delle cose, anche se, nel nostro caso, possiamo certamente gestirli meglio".

VIDEO - Fontana: "Isola ecologica per le zone non servite

Al sindaco ha fatto eco l'assessore Fontana, che si è detto soddisfatto dell'avvio di questa nuova fase di raccolta. "Al di là delle polemiche - ha aggiunto Fontana - la questione fondamentale è che 35 mila agrigentini oggi sono serviti dalla differenziata. Le difficoltà sono legate al fatto che questa città non aveva tutta l’infrastruttura e la logistica necessaria per potere partire, ma noi abbiamo ritenuto necessario lanciare il cuore oltre l’ostacolo, facendoci carico anche di alcuni disservizi".

Riguardo, infine, alle code per il ritiro dei kit, Fontana ha chiarito: "Ci sono state soltanto nell'ultima settimana, in quelle precedenti c'erano già le polemiche ma non le file. C'erano solo degli enormi elenchi di nomi scritti su fogli di carta, elenchi che probabilmente la ditta avrebbe potuto gestire meglio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento