Premio internazionale di letteratura, padre e figlia finalisti

Il romanzo dal titolo "Quattro per zero=quattro" è stato scritto a quattro mani dal magistrato, in servizio al tribunale di Caltanissetta, Graziella Luparello e dal papà Carmelo: adesso in pensione dopo una vita dedicata all’insegnamento

Graziella e Carmelo Luparello

Fra circa 2.700 partecipanti – e i lavori sono arrivati da tutto il mondo – sono fra i finalisti del premio internazionale di letteratura Città di Como. E lo sono con il romanzo dal titolo "Quattro per zero=quattro", scritto a quattro mani da padre e figlia. Scritto dal magistrato, in servizio al tribunale di Caltanissetta, Graziella Luparello e dal papà Carmelo: adesso in pensione dopo una vita dedicata all’insegnamento.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La giuria – del premio internazione di letteratura Città di Como – che ha selezionato, fra i finalisti appunto, il libro di Graziella e Carmelo Luparello è composta da personalità autorevoli del mondo del giornalismo, della letteratura e dell’arte, a partire dal presidente Andrea Vitali, con Edoardo Boncinelli, Francesco Cevasco, Milo De Angelis, Giulio Giorello, Giovanni Gastel, Dacia Maraini, Armando Massarenti, Pierluigi Panza, Flavio Santi, Laura Scarpelli, Mario Schiani. Affiancati da un comitato di lettura composto da giornalisti, studenti, gruppi di lettura, blogger, bibliotecari e da librerie comasche e nazionali che da inizio concorso stanno leggendo le varie opere. La cerimonia conclusiva, con le premiazioni dei vincitori e dei finalisti, si terrà il 12 ottobre 2018 a Villa Olmo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • "Feroce" rissa davanti ad un ufficio postale, la Mobile evita il peggio: tre denunciati

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Grigliata notturna fra amici e assembramenti: 10 sanzioni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento