Ginecologo accusato di violenza sessuale, tunisina si costituisce parte civile

Sotto processo il medico di Racalmuto Biagio Adile, primario dell'ospedale Cervello

Biagio Adile

La giovane tunisina che ha denunciato e fatto arrestare il ginecologo racalmutese Biagio Adile, primario dell'ospedale "Cervello" di Palermo, si è costituito parte civile.

La donna sarà rappresentata al processo, in corso davanti alla seconda sezione penale del tribunale palermitano, dall'avvocato Michele Calantropo. Gli episodi di violenza contestati sono due. Uno sarebbe avvenuto nello studio privato del medico, l'altro in ospedale. La vittima ha registrato un file video durante la violenza e lo ha consegnato agli inquirenti. La registrazione confermerebbe le accuse della giovane donna. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Reddito di cittadinanza, Caf presi d'assalto: tutti a "caccia" di Isee e di "dritte"

  • Cronaca

    Strage in mare fra l'Italia e la Libia, Vella ha interrogato i 3 naufraghi

  • Cronaca

    Convocata assemblea dei netturbini, raccolta a rischio

  • Cronaca

    Siparietto a Sport Mediaset, Schembri vs Sabatini: "Akragas? Sono dei giganti"

I più letti della settimana

  • Le case a 1 euro a Sambuca di Sicilia, il sindaco: "Quante richieste, sogno un borgo felice"

  • "Case in vendita a 1 euro" boom di richieste per Sambuca di Sicilia

  • "Notti da Far West", sgominata la gang: 4 arresti e 3 divieti di dimora

  • Gli occhi curiosi e la voglia di conoscere, l'agrigentina Giusy Paci: "Vi presento la mia Parigi"

  • Cammarata è sotto choc, il sindaco: "La statale 189 è la strada della morte, l'Anas riveda e renda sicuro questo tracciato"

  • "Segnalavano sul gruppo Whatsapp la presenza delle pattuglie", denunciate 62 persone

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento