Danneggiata la pala eolica di un commerciante, tentato furto?

I carabinieri hanno avviato le indagini per inquadrare l’episodio e per cercare, laddove possibile, di arrivare all’identificazione dei malviventi

(foto ARCHIVIO)

Cosa volessero fare non è chiaro. La pala eolica, collocata su un appezzamento di terreno privato, in contrada Cannatone a Racalmuto, è stata però pesantemente danneggiata. Ignoti, nei giorni scorsi, hanno forzato – con violenza – il portellone che è alla base della torre di sostegno e hanno distrutto l’apparato interno alla pala eolica.

A fare la scoperta, suo malgrado, è stato il proprietario del terreno e della stessa attrezzatura: un commerciante ventiquattrenne di Canicattì. Un giovane che ha formalizzato denuncia, contro ignoti, alla stazione dei carabinieri. E i carabinieri hanno, naturalmente, avviato le indagini per cercare di capire cosa effettivamente volessero fare i delinquenti che hanno agito in contrada Cannatone. Non è chiaro infatti – ma sembra poco probabile - se il danneggiamento realizzato sia stato messo a segno esclusivamente per provocare danni al commerciante ventiquattrenne o, se invece, - e questa sembrerebbe essere l’ipotesi investigativa più accreditata – i malviventi abbiano provato a razziare gli impianti elettrici custoditi nella base della torre di sostegno.

Servirà, chiaramente, del tempo ai carabinieri per meglio inquadrare l’episodio e per cercare, laddove possibile, di arrivare all’identificazione dei malviventi.

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

  • "Vertici e affiliati di Cosa Nostra", 9 ordinanze di custodia cautelare: ai domiciliari l'ex consigliere comunale

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento