Coronavirus, imprenditore e "nonnina" realizzano le mascherine per Racalmuto

L'appello: "Siamo alla ricerca di altri tessuti: lenzuola e federe. Chi vorrà collaborare non deve far altro che chiamare”

La nonnina di Racalmuto intenta a realizzare mascherine

Normalmente gestisce un bar. Attività che, al momento, è chiusa per colpa del Coronavirus. Salvatore Sardo ha deciso allora di tendere una mano d'aiuto alla sua comunità: a Racalmuto. Ed ha coordinato, coinvolgendo anche la nonnina novantenne, la realizzazione di mascherine la cui distribuzione è già iniziata. I primi ad essere riforniti sono stati tutti quei commercianti che ancora ne erano sprovvisti.

"Poi le daremo alle farmacie e parafarmacie del paese, dove ognuno potrà fornirsi. Nessuno deve pagare nulla. Raccomandiamo a tutti che nel momento in cui si utilizza la mascherina deve essere sterilizzata con acqua calda. Naturalmente se restiamo a casa è meglio” - ha scritto, sui social, Salvatore Sardo - .

“Siamo alla ricerca di altri tessuti – aggiunge – lenzuola, federe. E ovviamente chi vorrà collaborare non deve far altro che chiamare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per realizzarne altre tremila occorrono ancora altri giorni, ma la catena di montaggio e della solidarietà non si ferma, mentre continuano ad arrivare piccole donazioni utili per acquistare ancora materiale. Racalmuto sa essere solidale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Covid-19, piccolo ma costante aumento di contagi: l'Agrigentino è arrivato a 57 tamponi positivi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento