Valloni pieni di erbacce e terra e tombini otturati, il Comune corre ai ripari

L'ente da un lato sta intervenendo con i cantieri di servizio, dall'altro con il nolo di mezzi pesanti per effettuare le operazioni

Il vallone Donna Cristina

Forti temporali ormai all'ordine del giorno, insieme alle allerte meteo: il Comune corre ai ripari per la pulizia dei canaloni.

Se l'ente sta già provvedendo con i cantieri di servizio a pulire i tombini, più complesso, gli uffici nei giorni scorsi si sono attivati per intervenire a valle della città e liberare i valloni che attraversano il pieno centro abitato come il Donna Cruci, il Donna Cristina da sterpi e ostruzioni.

Tutto partendo dalle segnalazioni degli stessi residenti delle zone in cui si trovano, i quali denunciano da tempo la presenza di sterpaglie e canneti che oltre a far ristagnare l’acqua provocano il rischio di esondazioni in caso di forti precipitazioni. Per questo l’Ente ha stanziato circa 12mila euro per intervenire “con la massima urgenza al ripristino della funzionalità delle condotte delle acque bianche compreso i valloni e canaloni” attraverso il noleggio di mezzi da adibire a questo scopo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento