Concessioni edilizie in sanatoria: più di 5mila da esitare, progetto della Giunta Firetto

Con una delibera di Giunta comunale si è proceduto ad approvare un progetto finalizzato al potenziamento dell'attività istruttoria connessa al rilascio delle concessioni edilizie in sanatoria ad oggi pendenti

Con una delibera di Giunta comunale si è proceduto ad approvare un progetto finalizzato al potenziamento dell’attività istruttoria connessa al rilascio delle concessioni edilizie in sanatoria ad oggi pendenti. Lo annuncia l'assessore all'Urbanistica, Elisa Virone.

«Abbiamo trovato oltre 5000 pratiche di sanatoria ancora da esitare e nonostante i diversi progetti che si sono susseguiti nel tempo non si è riusciti a garantire il completamento delle pratiche arretrate. Ciò comporta, per un verso, un ritardo nell’ incasso delle somme da parte del Comune in attesa della definizione delle pratiche, oltre che tempi lunghi per gli utenti.
Abbiamo ritenuto, pertanto, di intervenire contemporaneamente su tre diverse linee di intervento
- spiega l'assessore -:

assicurare un maggiore coinvolgimento del personale interno riproponendo un avviso interno ed individuando altri dipendenti del nostro Comune interessati a partecipare all’attività istruttoria per il rilascio delle concessioni edilizie in sanatoria, ricorrere a personale tecnico qualificato di altri Enti, (comuni confinanti o personale tecnico qualificato della ex Provincia regionale di Agrigento), individuare società private con specifica qualifica nel settore delle sanatorie edilizie dotata di personale tecnico a cui affidare il completamento di un numero predefinito di pratiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il riconoscimento degli emolumenti spettanti alle unità di personale interno partecipante al progetto, nonché al personale di altri enti o società esterne sarà riconosciuto, per ciascuna pratica, al completamento definitivo della stessa con il provvedimento di rilascio o diniego.
 
L’obiettivo che intendiamo perseguire è particolarmente ambizioso
- ha concluso Virone -. Mira ad eliminare un arretrato trentennale incamerando consistenti somme di denaro così da rendere concreta  la possibilità di realizzare le opere di urbanizzazione di cui la città ha tanto bisogno».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato con la febbre a 40 e sospetti sintomi di Covid-19, attesa per il tampone

  • Anziano muore in casa propria, aveva febbre alta e tosse: sospetto Covid-19? Avviate le verifiche

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Covid-19, piccolo ma costante aumento di contagi: l'Agrigentino è arrivato a 57 tamponi positivi

  • Coronavirus, sabato di "follia" a Porto Empedocle: "ressa" davanti al supermercato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento