Movida, assembramenti e negozi, il prefetto: "Maggiori controlli durante i week end"

Durante il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, Maria Rita Cocciufa ha invitato sindaci e associazioni a richiamare tutti al rispetto delle misure di prevenzione igienico sanitarie anche negli esercizi commerciali

La Prefettura di Agrigento

Tenete d'occhio i luoghi della movida dove è più alto il rischio di assembramenti specie in occasione dei week end. E vengano controllate - in questo caso il ruolo determinante è quello dei sindaci e delle polizie locali - gli esercizi commerciali che hanno riaperto i battenti. E' necessario coinvolgere e sensibilizzare gli esercenti e gli imprenditori all’osservanza delle regole previste per prevenire il contagio, pretendendone il rispetto anche da parte dell’utenza che accede ai negozi.

Il prefetto di Agrigento, Maria Rita Cocciufa, è stata chiara, anzi di più, durante la videoconferenza con la quale ha riunito il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Un comitato convocato appositamente per analizzare i nuovi scenari dopo le norme emanate dall'autorità di governo nazionale e regionale. All’incontro hanno preso parte il questore e i comandanti delle forze dell’ordine della provincia, oltre al sindaco di Agrigento e il rappresentante del Libero consorzio comunale. 

Le attività economiche, lentamente, stanno riaprendo. "Determinante è, in questo caso, il ruolo rivestito dai sindaci della provincia, quali interlocutori privilegiati delle istanze della cittadinanza, affinché possano fornire il massimo supporto possibile, attraverso le polizie locali, alle attività di vigilanza e controllo ancora necessarie" - ha spiegato il prefetto Cocciufa - . Prefetto che ha chiesto un maggior impulso nei controlli rivolti ai luoghi frequentati dai giovani e a quelli dove più alto è il rischio di assembramenti, specialmente in vista dell’approssimarsi del fine settimana. "Il rispetto delle regole è infatti tuttora importantissimo e va coniugato con le nuove modalitàdi ripresa delle dinamiche sociali" - ha ricordato il prefetto - . 

I sindaci e le associazioni di categoria devono promuovere, come da decreto, la diffusione delle informazioni sulle misure di prevenzione igienico sanitarie anche negli esercizi commerciali. "A tal fine, è fondamentale incentivare tutte quelle iniziative in grado di coinvolgere e sensibilizzare gli esercenti e gli imprenditori all’osservanza delle regole dettate per prevenire il contagio, pretendendone il rispetto anche da parte dell’utenza che accede alle attività commerciali" - ha rimarcato Cocciufa - .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il rappresentante del Governo ha rinnovato, ancora una volta, l’invito a mantenere costante e vigile l’attenzione anche nell’attuale fase di ripartenza della vita economica e sociale del Paese, affinché l’ottemperanza delle prescrizioni da parte di tutta la collettività – cittadini, imprenditori, utenti – possa garantire lo svolgimento in condizioni di sicurezza delle attività economiche, produttive e sociali.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento