Precipita aereo in Etiopia, la moglie di Tusa: "Spero di avere almeno una tomba su cui piangere mio marito"

L'assessore ai Beni culturali è rimasto vittima in un tragico incidente aereo, la Sicilia è sotto choc, cordoglio da ogni dove

Foto archivio

"Spero di avere almeno una tomba su cui piangere mio marito...". Così Valeria Patrizia Livigni, moglie di Sebastiano Tusa, assessore regionale ai Beni culturali e archeologo di fama mondiale morto ieri nel disastro aereo in Etiopia, parlando con gli amici che sono andata a trovarla nella loro casa in piazza Ignazio Florio.

Muore Tusa, niente spettacolo finale del Mandorlo: gruppi sul palco senza musica

La donna, direttrice del Museo Riso, prima di Natale aveva accompagnato il marito a Malindi e avevano fatto la stessa rotta. Tusa anche stavolta era diretto in Kenya per una conferenza internazionale promossa dall'Unesco con la partecipazione di archeologi provenienti da tutto il mondo.

Lo schianto

Muore tragicamente l’assessore ai Beni culturali della Regione Siciliana, Sebastiano Tusa. Il politico era nella lista dei 149 passeggeri del volo dell’Ethiopian Airlines precipitato. Tusa, archeologo di fame internazionale, era diretto in Kenia. Con lui a bordo, altre 157 persone. La Sicilia è sotto choc, anche Agrigento.

Tusa, che per anni e anni ha insegnato a Conservazione dei Beni culturali. L’assessore amava Agrigento, la considerava una seconda casa.  L’assessore di recente è intervenuto sul “caso” viadotto Morandi.  Una testa rivoluzionaria, che lo aveva anche spinto nell’idea di abbattere il ponte.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le parole di Nello Musumeci

"Ho appena ricevuto la conferma ufficiale dell'Unità di crisi del ministero degli Esteri: l'assessore Sebastiano Tusa era sull'aereo precipitato in Etiopia. Sono distrutto. E' una tragedia terribile, alla quale non riesco ancora a credere: rimango ammutolito. Perdo un amico, un lavoratore instancabile, un assessore di grande capacità ed equilibrio, che stava andando in Kenya per lavoro. Un uomo onesto e perbene, che amava la Sicilia come pochi. Un indimenticabile protagonista delle migliori politiche culturali dell'Isola".

La morte di Tusa, il ricordo del sindaco Firetto: "E' stato un amico di questa città"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento