Programmazione fondi strutturali, architetti in supporto alla Regione

L’assessorato regionale alle Infrastrutture, per la prima volta, ha coinvolto gli Ordini professionali per ricevere un serio e fattivo contributo su un tema importante quale quello della spesa dei fondi comunitari

Le idee progettuali degli architetti agrigentini a supporto della Regione per la programmazione dei fondi Por-Fesr 2014/2020: i loro elaborati saranno presentati nel workshop in programma a Caltanissetta i prossimi 20 e 21 marzo sul tema “Europa DirezioneSud - Governo, professioni e imprese insieme per lo sviluppo del territorio”.

Al centro dell'evento, infatti, è la programmazione dei fondi Por-Fesr 2014/2020, attraverso l'apporto di quei professionisti che, nel concreto, si confrontano ogni giorno con le realtà territoriali alla ricerca del raggiungimento di obiettivi quali lo sviluppo, il miglioramento della qualità della vita senza dimenticare la salvaguardia e la valorizzazione delle risorse ambientali e paesaggistiche.

In quell’occasione verranno illustrati i lavori elaborati nei mesi scorsi dai tavoli interprofessionali investiti sulla materia dall’assessorato.

L’assessorato regionale alle Infrastrutture, per la prima volta, ha coinvolto le Consulte regionali degli Ordini professionali e, a cascata, gli Ordini professionali per ricevere un serio e fattivo contributo su un tema, quello della spesa dei fondi comunitari, così importante, rimarcando l’interrelazione tra economia, società, cultura, città, territorio e sviluppo - ha detto il presidente dell'Ordine degli architetti di Agrigento, Massimiliano Trapani - e per acquisire una strategia progettuale di sviluppo del territorio che possano supportare l'assessorato alle infrastrutture nella programmazione 2014/2020 e nel successivo finanziamento di progetti per le aree urbane e per le aree interne. Certamente una concertazione che sortirà buoni effetti. Siamo consapevoli che la programmazione 2014/2020 è l’ultimo treno per la nostra terra, perso il quale imboccheremmo una via di non ritorno, scivolando sempre più nel baratro della depressione economica”.

Alla prima giornata del venerdì, dedicata ai sei tavoli di lavoro interprofessionali, suddivisi per territori (aree metropolitane di: Palermo, Catania e Messina; territori di: Agrigento e Trapani, Caltannissetta e Enna, Ragusa e Siracusa), composti dai rappresentanti delle Consulte, dell’ANCE, dell’ANCI, dai rappresentanti del mondo universitario, dei dirigenti dell’assessorato regionale alla Programmazione, seguirà la mattinata del sabato che vedrà le conclusioni dei lavori affidate all’assessore Giovanni Battista Pizzo e al presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento