File chilometriche sul viadotto Salsetto, addio al semaforo? Vertice fra Comune e Anas

Il sindaco: "Una prevista diminuzione del carico consentirebbe, predisposte le adeguate cautele, il ripristino della circolazione a doppio senso in brevissimo tempo. Anche intorno al 15 giugno"

A metà giugno, la circolazione stradale sul viadotto Salsetto dovrebbe tornare a doppio senso. Se così sarà si eviterà il caos viabilità che già, nonostante i giorni di maltempo, si intravede all'orizzonte della bella stagione. 

L'estate è, infatti, alle porte e la viabilità di Porto Empedocle, meta turistica ma anche cittadina che viene attraversata dalla statale necessaria a raggiungere altre location di mare, non può reggere al semaforo alternato che impone la circolazione a senso alternato sul viadotto Salsetto. L'amministrazione comunale, sindaco Ida Carmina e assessore Giovanni Petix in testa, hanno incontrato i vertici dell'Anas regionale e provinciale. Presenti anche i responsabili dei vari uffici interessati: i geometri Valerio Alfano e Giovanni Di Stefano e il comandante della polizia municipale Calogero Putrone. 

"L’Anas ci ha parlato dei suoi interventi nella provincia di Agrigento per un ammontare complessivo di 186 milioni di euro di cui una cospicua parte riguardano il territorio empedoclino - ha spiegato il sindaco Ida Carmina - . Abbiamo fatto il punto della situazione sui lavori già iniziati e da realizzare sui tre ponti della statale 115 e sulla viabilità del nostro territorio in vista proprio dell’estate".

Amministratori e tecnici hanno evidenziato che la presenza del semaforo, che impone la circolazione a senso alternato, crea notevoli file e ritardi già in questo periodo dell'anno e che "la situazione potrebbe divenire drammatica col flusso di turisti e le numerose presenze nella zona - ha chiarito Ida Carmina - . Abbiamo fatto presente le condizioni delle strade che, nella parte bassa del paese, a causa del continuo passaggio dei mezzi pesanti sono ormai devastate".

Dal faccia a faccia è venuto fuori un dettagliato punto della situazione. "Sul ponte Spinola sono in corso e continueranno i lavori che non determinano rallentamenti nella circolazione. Interventi che saranno ultimati tra qualche mese. I lavori già progettati per il ponte sul Torrente Re saranno posticipati - spiega il sindaco di Porto Empedocle a dopo interventi programmati nella zona Kaos. Per il ponte sul Salsetto sono previsti e progettati due interventi: uno massiccio che prevede anche l’audeguamento antisismico e poi interventi stralcio sulle pile del ponte che saranno realizzati a breve. In ogni caso, una prevista diminuzione del carico consentirebbe, predisposte adeguate cautele, il ripristino della circolazione a doppio senso in brevissimo tempo. Anche intorno al 15 giugno. La prossima settimana saranno effettuati interventi di sistemazione e bitumazione delle strade in modo da ripristinare la sicurezza della circolazione. Abbiamo chiesto di valutare la possibilità di ripristinare l’ingresso a Ciuccafa creando una via di fuga che consentirebbe un alleggerimento del traffico sulla statale 115. Organizzeremo un incontro con le forze dell’ordine - ha concluso il sindaco - per predisporre adeguate tutele per sicurezza della circolazione".

vertice viabilità ponti porto empedocle-2

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Agrigento usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento