Porto Empedocle, al via la pulizia del porto: via i detriti

Ripulito lo scalo marittimo, invaso da resti di tronchi d’albero, canneti ed altri pericolosi detriti trasportati dal maltempo

Ripulito lo scalo marittimo di Porto Empedocle invaso da resti di tronchi d’albero, canneti ed altri pericolosi detriti trasportati dal maltempo.

I militari della Capitaneria di Porto, agli ordini del capitano di Fregata Gennaro Fusco, hanno presidiato l’infrastruttura predisponendo un piano di intervento per far fronte all’emergenza.

È stato dato incarico al gruppo ormeggiatori per il recupero della distesa di detriti. Rimossi tronchi di alberi, canneti e materiale vario. L’operazione si concluderà nel giro di pochi giorni.

Il  materiale raccolto viene sistemato in appositi big bags per lo smaltimento. “Grazie alla tempestività dell’intervento e all’azione sinergica delle istituzioni coinvolte – afferma il comandante Gennaro Fusco - si è scongiurato il reale pericolo di vedere bloccate le fondamentali attività portuali”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Mafia

    L'inchiesta sulle scommesse on line illegali, il gip: "Schembri a capo di un'associazione ma non ha favorito la 'Ndrangheta"

  • Cronaca

    Spazzatura, topi e degrado a Santa Croce: esplode la protesta dei residenti

  • Cronaca

    Crollo nel centro storico, rasa al suolo abitazione fatiscente

  • Cronaca

    Cambio al vertice dell'Asp, Santonocito al posto di Venuti

I più letti della settimana

  • Scommesse on line con la regia della mafia, coinvolti quattro agrigentini

  • Due colpi di fucile contro il portone e uno contro la camera da letto: 40enne nel mirino

  • "Fiumi" di cocaina e hashish lungo le vie della movida: nei guai una decina di giovani

  • "Arnone non è stato ascoltato", Sgarbi scrive a Mattarella

  • Scoperta una piantagione di marijuana "fai da te": arrestata un'intera famiglia

  • Maxi scazzottata finisce in farmacia: un ferito e un denunciato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento