Rapina a mano armata in un supermercato, ad agire un malvivente solitario

Non è escluso che qualcuno - un complice - aspettasse il balordo da qualche parte, magari in sella ad una motocicletta o al volante di un'autovettura. Il bottino è stato quantificato in circa 400 euro

(foto ARCHIVIO)

Rapina a mano armata, nella serata di sabato, ad un supermercato di via 4 Novembre. Ad agire un rapinatore solitario. Un uomo che, alle 19,30 circa, poco prima dunque che il "Carrefour" chiudesse, è entrato in azione. Con il volto coperto da un cappuccio e in mano una pistola, il malvivente ha fatto irruzione ed ha subito iniziato a minacciare chi, in quell'esatto momento, si trovava dietro la cassa. Impossibile, naturalmente, per qualsiasi impiegato tentare una reazione. La commessa ha, dunque, raccolto quanto c'era in cassa ed ha consegnato il denaro al rapinatore.

Arraffati i soldi, l'uomo è tornato indietro sui suoi passi ed è riuscito a scappare. Il malvivente ha fatto perdere le proprie tracce fra vicoli e stradine del centro urbano di Porto Empedocle. Da via 4 Novembre, immediatamente, l'allarme è rimbalzato alla sala operativa della polizia di Stato. Sul posto si sono precipitati gli agenti del commissariato "Frontiera". I poliziotti hanno subito ricostruito l'accaduto e avviato le ricerche del malvivente. L'intero centro urbano è stato meticolosamente rastrellato, ma del rapinatore solitario non è saltato fuori alcun indizio.

Non è escluso che qualcuno - un complice - aspettasse il rapinatore da qualche parte, magari in sella ad una motocicletta o al volante di un'autovettura. Il tutto, naturalmente, per avere un'immediata via di fuga. I controlli, da parte della polizia di Stato, sono andati avanti per ore ed ore, ma non hanno, infatti, purtroppo, portato a nulla. Il bottino è stato quantificato in circa 400 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: una persona in ospedale

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Testate all'ex fidanzata per farla abortire", ventunenne rinviato a giudizio

  • Bimba di 9 anni muore per aneurisma cerebrale, atto d'amore dei genitori: donati gli organi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento