Omicidio Adorno, la Cassazione conferma: 13 anni per De Rubeis

Il giovane operaio scomparve a fine agosto del 2009 e venne poi ritrovato, carbonizzato, nelle campagne di Montaperto. Sarebbe stato ucciso per attriti personali

L'empedoclino Giuseppe De Rubeis

La Cassazione ha confermato la condanna a 13 anni di reclusione. Sentenza emessa dal Gup del tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, e confermata dalla Corte d'Assise d'appello di Palermo a carico dell'empedoclino trentatreenne Giuseppe De Rubeis accusato dell'omicidio del compaesano Giuseppe Adorno. Lo scrive oggi il quotidiano La Sicilia. E' stato, dunque, rigettato il ricorso della difesa di De Rubeis - degli avvocati Antonino e Vincenza Gaziano - .

Adorno è scomparso a fine agosto del 2009 ed è stato poi ritrovato, carbonizzato, nelle campagne di Montaperto.  Adorno sarebbe stato ucciso per attriti personali. In primo grado - processo celebrato con il rito abbreviato - la Procura di Agrigento aveva chiesto l'ergastolo. 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • "Il direttore mi convocava e mi chiedeva se mio marito era sessualmente all'altezza", racconto choc in aula

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: due feriti in ospedale

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Col passato ho chiuso e studio per diplomarmi", ex braccio destro del boss chiede di tornare libero

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento