Non trova gli slip e minaccia i genitori, interviene la polizia

Gli agenti hanno, naturalmente, invitato i familiari del sedicenne a formalizzare querela di parte. Per le minacce e le aggressioni verbali non si può infatti procedere d'ufficio

Il vice questore aggiunto Cesare Castelli

Non trova gli slip ed inizia a minacciare i genitori, aggredendoli verbalmente. A riportare la calma in quella famiglia è stata la polizia di Stato.  

Gli agenti, coordinati dal vice questore aggiunto Cesare Castelli, dopo aver ripristinato il dialogo fra figlio sedicenne e genitori, hanno cercato di chiarire cosa effettivamente avesse innescato il pandemonio. Stando a quanto i poliziotti hanno "raccolto" dalle dichiarazioni dei genitori, il figlio sedicenne sarebbe andato in escandescenze sol perché non sarebbe riuscito a trovare gli slip.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I poliziotti hanno, naturalmente, invitato i genitori del sedicenne a formalizzare querela di parte. Per le minacce e le aggressioni verbali non si può infatti procedere d'ufficio. La coppia, ieri mattina, non risultava aver formalizzato alcuna denuncia. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • "Calci, pugni e coltellate a due immigrati": uno ridotto in fin di vita, arrestati 4 ragazzini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento