"Legata mani e piedi per un rapporto sessuale", donna accusa l'ex convivente

La donna ha chiesto un risarcimento danni di 50 mila euro, con una provvisionale di 20 mila euro

Un paio d'anni fa denunciò l'ex convivente d'averla legata mani e piedi con dei fili elettrici per consumare un rapporto sessuale contro la sua volontà. Nei giorni scorsi - secondo quanto riporta il quotidiano La Sicilia - si è svolto l'incidente probatorio dinanzi al giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento, Alessandra Vella. La donna - rappresentata e difesa dall'avvocato Stefania Ferrante - ha chiesto un risarcimento danni di 50 mila euro, con una provvisionale di 20 mila euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'indagato - difeso dall'avvocato Salvatore Collura - ha sempre negato ogni addebito. Nel corso dell'incidente probatorio, la donna ha confermato le accuse.  La Procura dovrà adesso decidere se proseguire le indagini, disporre il rinvio a giudizio o archiviare il caso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Impennata di contagi Covid-19: l'Agrigentino sale a 75 casi

  • Coronavirus, morto al "Sant'Elia" il medico del lavoro di Palma di Montechiaro: c'è pure un quarto caso

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento