L'incidente lungo la strada per la Scala dei Turchi: 59enne muore dopo quasi un mese d'agonia

Dopo un lieve miglioramento, le condizioni di Alfonso Sciangula di Porto Empedocle si sono aggravate fino ad arrivare alla tragedia

Alfonso Sciangula

Per più di 20 giorni ha lottato con tutte le sue forze. Ricoverato all'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta, il cinquantanovenne empedoclino ha provato a sopravvivere alle ferite e ai traumi riportati nell'incidente stradale in cui, lo scorso 14 agosto, lungo la strada per la Scala dei Turchi, era rimasto coinvolto. Non ce l'ha, però, fatta: è spirato Alfonso Sciangula, 59 anni, di Porto Empedocle. Dopo un lieve miglioramento, l'altro ieri, le condizioni dell'uomo si sono aggravate fino ad arrivare alla tragedia.

Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

Il motociclista empedoclino era stato soccorso, subito dopo l'incidente, da un elicottero del 118 ed era stato trasferito alla Rianimazione dell'ospedale "Sant'Elia" di Caltanissetta. I medici lo avevano anche sottoposto ad un delicato, quanto urgente, intervento chirurgico e poi avevano mantenuto riservata la prognosi sulla vita.

L'incidente di Realmonte: il 59enne empedoclino è in Rianimazione

L'incidente si è verificato, nella mattina dello scorso 14 agosto, lungo la strada che collega la Scala dei Turchi con Realmonte. A sbattere, per cause che non risultarono essere chiare e sulle quali hanno avviato accertamenti e indagini i carabinieri della stazione di Realmonte, sono state una Toyota Yaris e il Piaggio Beverly in sella del quale c'era il cinquantanovenne, Alfonso Sciangula, di Porto Empedocle.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento