"Omicidio colposo", la Cassazione conferma l'assoluzione di camionista

"Il fatto non sussiste". E' con questa formula, pienamente liberatoria, che già in primo e secondo grado era stato assolto Vincenzo Di Cristina

"Il fatto non sussiste". E' con questa formula, pienamente liberatoria, che in primo e secondo grado era stato assolto Vincenzo Di Cristina. Sentenza di assoluzione confermata, secondo quanto riporta oggi il quotidiano La Siciilia, anche dalla Cassazione che ha respinto il ricorso della parte offesa. Sull'uomo gravava l'imputazione di omicidio colposo aggravato, dalla violazione delle norme sulla disciplina della circolazione stradale, ai danni di Giovanni Ferlisi. A Di Cristina si contestava che, alla guida di un autocarro adibito al trasporto di rifiuti solidi, su un tratto rettilineo della statale 115: in territorio di Porto Empedocle, avrebbe provocato la morte del motociclista Ferlisi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento