Allaccio abusivo per alimentare il deposito di prodotti ittici, arrestato commerciante

I carabinieri, nel magazzino, avrebbero dovuto effettuare un controllo amministrativo e di verifica degli aspetti igienico-sanitari

Avrebbe dovuto essere un controllo amministrativo e di verifica degli aspetti igienico-sanitari. I carabinieri, nel magazzino di prodotti ittici, hanno invece trovato un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica. Il commerciante di prodotti ittici, un empedoclino ventisettenne, avrebbe – secondo l’accusa formalizzata dai militari dell’Arma – alimentato gratuitamente il magazzino di corrente elettrica. A nulla, naturalmente, sono serviti i tentativi di spiegazione e giustificazione. Il giovane è stato arrestato, in flagranza di reato, per l’ipotesi di furto.

Su disposizione del sostituto procuratore di turno, titolare del fascicolo d’inchiesta immediatamente aperto, il ventisettenne è stato posto agli arresti domiciliari. Quanto è accaduto a Porto Empedocle, nelle ultimissime ore, non è altro che l’ennesimo caso di furto di energia elettrica che sembra ormai essere una fattispecie di reato dilagante.

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • La ricetta dei panini di San Calò

  • Come organizzare la grigliata perfetta. Ecco cosa serve per una serata attorno alla brace

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • Si contendono la location: scoppia una maxi lite fra i "paninari" di San Leone

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento