Rompono i sigilli e creano un allaccio abusivo alla rete idrica: arrestata una coppia

A finire nei guai, con l'accusa di furto, sono stati un disoccupato di 46 anni e una casalinga di 54 anni

(foto ARCHIVIO)

Avrebbero rotto i sigilli, quelli che erano stati apposti poiché morosi, e avrebbero realizzato un allaccio abusivo alla rete idrica pubblica. Due empedoclini – un disoccupato di 46 anni e una casalinga di 54 anni – sono stati arrestati dai carabinieri della stazione cittadina. L’ipotesi di reato contestata loro è stata quella di furto aggravato. E’ accaduto in centro.

E’ bastato un controllo da parte dei militari dell’Arma, assieme ai tecnici della Girgenti Acque, per scoprire cosa fosse stato messo in atto. Su disposizione del sostituto procuratore di turno, titolare del fascicolo d’inchiesta immediatamente aperto, i due sono stati posti – dopo le formalità di rito dell’arresto – ai domiciliari. Quanto scoperto dai carabinieri a Porto Empedocle non è che l’ennesimo episodio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Caso Arnone, prime ore di libertà dopo un mese di carcere: gli scatti social

  • Mafia

    Mafia, inchiesta "Vultur": respinta la richiesta di "incandidabilità" per l'ex sindaco

  • Cronaca

    Sparò in testa alla madre a Pasquetta, il gip lo allontana dalla donna

  • Cronaca

    Week end pasquale, è "strage" di patenti ritirate: sono nove

I più letti della settimana

  • "Mi voleva avvelenare", figlio spara alla madre: donna in ospedale, 22enne arrestato

  • Litiga con un uomo e per sbaglio parte un colpo di fucile: 50enne ferisce il figlio di 17 anni

  • Prova lo scooter di un amico e si schianta contro l'autobotte, 16enne ferito

  • Mafia, la maxi inchiesta "Kerkent": niente messa pasquale per cinque indagati

  • Muore in ospedale e i familiari vanno su tutte le furie: interviene la polizia

  • Reddito di cittadinanza, arrivano i primi soldi anche nell'Agrigentino

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento