Spedizione punitiva sulla statale 115, in due aggrediscono e mandano in ospedale un 50enne

Un coetaneo è stato denunciato alla Procura, dovrà rispondere dell’ipotesi di reato di lesioni personali aggravate. La polizia sta cercando di identificare un secondo uomo

Il pronto soccorso dell'ospedale di Agrigento

Un cinquantenne è finito al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento, con un trauma cranico e una ferita alla testa, e un coetaneo è stato denunciato, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica. Dovrà rispondere dell’ipotesi di reato di lesioni personali aggravate.

E’ questo l’epilogo di una sorta di “spedizione punitiva” che si sarebbe verificata lungo la strada statale 115, all’altezza del rione dei Grandi Lavori, a Porto Empedocle. I poliziotti del commissariato “Frontiera”, coordinati dal vice questore aggiunto Cesare Castelli, hanno avviato le indagini – acquisendo anche i filmati di alcune telecamere di video sorveglianza – per identificare la persona che era assieme all’aggressore già iscritto nel registro degli indagati. Sembrerebbe essere soltanto una questione di ore.

Secondo quanto è stato ricostruito dalla polizia di Stato, nei giorni scorsi – lungo la statale 115, all’altezza dei semafori, – due persone avrebbero aggredito il cinquantenne empedoclino. A quanto pare, i due avrebbero atteso l’arrivo dell’uomo che non appena è sceso dalla sua autovettura è stato accerchiato e picchiato, con tanto di bastone. Quando i poliziotti del commissariato di Porto Empedocle sono giunti sul posto, dei due aggressori non c’era già più traccia.

Al cinquantenne ferito, portato in ospedale, i medici hanno diagnosticato 7 giorni di prognosi. I poliziotti del commissariato “Frontiera”, nel giro di poche ore, sono riusciti ad identificare uno dei due presunti aggressori che è stato, appunto, denunciato, in stato di libertà, alla Procura di Agrigento per lesioni personali aggravate. Pare anche che gli agenti abbiano sequestrato il bastone, da un metro e venti circa, che i due empedoclini hanno – secondo la ricostruzione della polizia di Stato – utilizzato per colpire, e ferire alla testa, il cinquantenne. Bastone che durante l’aggressione si sarebbe anche spezzato.

Nessun dubbio sul fatto che l'aggressione sarebbe stata messa a segno per motivi personali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento