"Deteneva il doppio della polvere da sparo autorizzata", denunciato titolare armeria

Gli è stata inoltre contestata l'omessa diligenza nella custodia di alcune armi da fuoco

Il materiale sequestrato

Deteneva nel suo negozio più del doppio della polvere da sparo effettivamente autorizzata. Per questo il titolare di un'armeria licatese è stato denunciato dagli uomini del Commissariato di Polizia della città dell'aquila.

I fatti risalgono alla giornata di ieri, quando gli agenti, insieme al personale della Guardia di Finanza si sono recati presso l'attività commerciale nel contesto di attività di controllo finalizzate alla prevenzione e repressione di reati in materia di detenzione di fuochi d’artificio e materiale esplodente.

Le verifiche hanno permesso di accertare che il titolare della struttura, benché autorizzato a detenere al massimo 20 chili di polvere da sparo, ne conservasse 47 chili. La merce è stata posta sotto sequestro. Le forze dell'ordine hanno inoltre contestato una "irregolare tenuta del prescritto registro di carico e scarico e la custodia di alcune armi da sparo senza la dovuta diligenza". Per questi motivi il titolare dell’armeria sottoposto a controllo sarà deferito all'autorità giudiziaria per una serie di reati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • Traffico di cocaina dalla Calabria all'Agrigentino: tredici condanne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento