Riconosciuto dagli abiti indossati: 43enne denunciato per furto aggravato

I poliziotti del commissariato di Canicattì hanno acquisito le immagini della videosorveglianza individuando a colpo sicuro il pregiudicato

(foto ARCHIVIO)

Si erano introdotti in una salumeria trafugando quanto contenuto nelle casse: la polizia di Canicattì individua e denuncia l'autore.

I fatti si sono svolti in questi giorni.  Ignoti, dopo aver forzato una grata in ferro, si erano infatti introdotti all'interno del locale rubando il denaro contenuto all'interno del registratore di cassa. Erano però dovuti fuggire subito dopo a causa dell'allarme del negozio. Grazie alle immagini della video i poliziotti sono riusciti ad acquisire importanti indizi, tra cui l'abbigliamento indossato da uno dei due responsabili del "colpo", noto pregiudicato canicattinese di 43 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’uomo è stato denunciato a piede libero per furto aggravato in esercizio commerciale. Sono invece in corso attività investigative per identificare il complice, probabilmente un familiare dell’indagato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento