Il poligono di tiro resta a Drasy, firmato protocollo d'uso per altri cinque anni

Si tratta di un provvedimento tecnico che rinnova quanto già stabilito nei rapporti tra Regione Siciliana ed Esercito, con buona pace di chi chiedeva il trasferimento

Il momento della firma del protocollo fra Esercito e Regione

Il poligono di tiro va via da Drasy? Macché: il Governo regionale ha firmato infatti questa mattina con il Comando Militare dell'Esercito per la Sicilia il rinnovo dell'uso dell'area per i prossimi cinque anni. 

Da un punto di vista squisitamente tecnico quello che il presidente della Regione ha siglato insieme al generale di brigata Claudio Minghetti è un protocollo attuativo che regola le modalità di utilizzo dei quattro poligoni siciliani, ovvero Santa Barbara a Messina, San Matteo a Trapani, Masseria dei Cippi a Montelepre e Drasi ad Agrigento, che attualmente è fermo fino al 15 ottobre per la pausa estiva. L'area tra Zingarello e Montegrande, da anni usata per le esercitazioni militari, rientra in una zona di alto interesse naturalistico, che per lungo tempo si è tentato di trasformare in riserva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio sull'onda di quella maggiore sensibilità sul tema si era dato il via, con le associazioni ambientaliste, ad un movimento "no poligono", che aveva interessato anche la politica regionale, che per un periodo sembra ad un passo dall'individuazione di una nuova area in provincia di Caltanissetta. Poi non se ne è saputo più nulla, per quanto la posizione dell'Esercito sia sempre la medesima: qualora la Regione metta sul tavolo un'altra area, "con le stesse caratteristiche"  sarà possibile il trasferimento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • "Feroce" rissa davanti ad un ufficio postale, la Mobile evita il peggio: tre denunciati

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

  • Grigliata notturna fra amici e assembramenti: 10 sanzioni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento