"Dirty soccer", salta fuori il nome di Pino Rigoli

L'ex allenatore dell'Akragas tirato in ballo in una intercettazione alla vigilia di Agropoli-Orlandina, vinta dalla squadra guidata dal tecnico messinese con il punteggio di 6 a 0

Pino Rigoli nella sala stampa dello "Stadio Esseneto"

Salta fuori anche il nome dell’ex allenatore dell’Akragas Pino Rigoli tra le intercettazioni effettuate dalla Polizia di Stato nell’ambito dell’inchiesta sul calcioscommesse “Dirty soccer”. A tirarlo in ballo è stato Antonio Ciccarone, direttore sportivo del Neapolis, fermato stanotte insieme ad altre 49 persone, tra cui anche l’ex giocatore dell’Akragas calcio Salvatore “Sasà” Astarita.

MISTER RIGOLI: «IO ESTRANEO A TUTTO»

In una telefonata tra il dirigente e il giocatore napoletano, infatti, Ciccarone prima parlerebbe di una grossa scommessa da giocare (chiamandola in codice “vacanza”), poi informa l’amico giocatore che a breve sarebbe andato a cena con Pino Rigoli per discutere di qualcosa che – secondo gli investigatori – meritava "massima cautela". 

L’INTERCETTAZIONE

Antonio CICCARONE: di chi ci possiamo fidare quà? di qualcuno? perchè io sabato e domenica non ci stò...
Salvatore ASTARITA: quà dove dove sto io?
Antonio CICCARONE: no... dove stai tu... quà...
Salvatore ASTARITA: ah... ehh..
Antonio CICCARONE: Luigi...
Salvatore ASTARITA: a Luigi... domandiamo a Luigi...
Antonio CICCARONE: e basta?
Salvatore ASTARITA: luigi e... fammi pensare...
Antonio CICCARONE: però uno rapido... uno rapido... uno veloce... uno che... perchè adesso ti spiego... stammi a sentire un attimo... io... vabbè... a parte questo... poi domani sera io sono a cena con Rigoli...
Salvatore ASTARITA: eh...
...omissis....
Antonio CICCARONE: allora seguimi un attimino...
Salvatore ASTARITA: eh
Antonio CICCARONE: ci sta una vacanza ... che si deve prenotare per sabato... e avremmo bisogno... questa è la prima cosa... avremmo bisogno di una persona fidata... che va all'agenzia... e ci va a prenotare questa vacanza... perché io l'estate mi sono rotto il cazzo... vorrei andare un pò fuori da qualche parte...
Salvatore ASTARITA: bravo
Antonio CICCARONE: e dobbiamo avere una persona che comunque va all'agenzia perché io non standoci... perché sabato mattina parto con la squadra, non ci sto qua... quindi... quando io gli do l'ok che può andare all'agenzia a prenotare questa vacanza... dobbiamo trovare uno rapido... che va veloce, va a prenotare perchè quà ci stanno le... come si chiamano... le... le... eh... le... ah... le offerte!... che se vai... vai subito, la trovi l'offerta, così la prenotiamo già da adesso e ci togliamo il pensiero...

Era il 29 ottobre 2014 e il 2 novembre successivo Pino Rigoli scese in campo alla guida dell’Agropoli contro l’Orlandina, che si presentò sul prato salernitano con una rosa composta dai giocatori del settore giovanile: 6 a 0 il risultato di quella gara. Ecco come ne parlava Ciccarone al telefono con Astarita soltanto qualche giorno prima.

L'INTERCETTAZIONE/2

Antonio CICCARONE: cosi evitiamo di mettere altre persone nel mezzo... mi stai capendo? che non si può mai sapere... io non mi fido mai di nessuno... e allora... nel caso contrario che io riesco a fare... quasi sicuramente ci riesco... riesco a fare per me e per te... io comunque a prescindere... ieri sono stato con l'allenatore... ci siamo parlati ci siamo dette delle cose con Pino...
Salvatore ASTARITA: si...
Antonio CICCARONE: ora praticamente.... domenica...  se lui mi dice che io domani  faccio tardi... mi prendo la macchina che mi presta mio fratello... "la bravo" e me ne scendo con la macchina... seguimi bene...
Salvatore ASTARITA: si...
Antonio CICCARONE: mi vado a vedere la partita... domani ti dico quello per me e per te... così lo sai già prima.. così dopo vai a verificare e ti rendi conto  che.... è tutto a posto...
Salvatore ASTARITA: si...
Antonio CICCARONE: quindi pensiamo ora... tu pensa a vincere perchè è importante vincere questa partita a tutti i costi... è importantissimo... mi segui?
Salvatore ASTARITA: si
Antonio CICCARONE: e poi noi domenica sera ci vediamo...
Salvatore ASTARITA: ho capito...
Antonio CICCARONE: non stai capendo però...
Salvatore ASTARITA: si ... si.. ho capito.. ho capito... ho capito...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il colpo in banca da oltre 50mila euro, la banda dal gip: uno dei banditi aveva distintivo dei carabinieri

  • "Intascava i soldi delle carte di identità elettroniche", arrestato impiegato comunale

  • Vede l'auto in fiamme, si precipita in strada e viene accoltellato: un arresto

  • Coltello alla mano si scaglia contro la moglie e la colpisce alla tempia: 58enne arrestato per tentato omicidio

  • Non ha soldi nemmeno per i vestiti e la biancheria, reclusa chiede aiuto ai "Volontari di Strada"

  • L'incidente di Canicattì, le ferite erano così gravi da uccidere la 35enne?

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento