Piazza Rosselli, dopo anni di "braccio di ferro" sarà abbattuto il muro del Genio civile

Raggiunta un'intesa: l'area recintata sarà consegnata al Comune consentendo quindi di allargare la stazione dei bus

(foto ARCHIVIO)

Dopo anni di "braccio di ferro" tra Genio civile e Comune sarà demolito, forse già nelle prossime settimane, il muro che separa l'area degli archivi dell'ufficio regionale dal piazzale Rosselli, sede della stazione dei bus.

Divieto di accesso per i bus "snobbato", Gibilaro chiede chiarimenti

A chiedere la liberazione di questo spazio (originariamente inserito nell'autostazione ma mai consegnato) era stato il municipio, il quale, grazie a questo spazio potrà consentire l'accesso anche ai mezzi superiori ai 12 metri che oggi, teoricamente, non potrebbero mettere piede (anzi, ruota) dentro il piazzale. L'accordo è stato raggiunto nei giorni scorsi tra il sindaco Firetto, l'assessore Battaglia e il dirigente capo del Genio civile La Mendola. All'ente regionale rimarrà comunque una porzione di questo spazio per consentire le operazioni di ingresso e uscita dall'archivio con anche un'area di sicurezza in caso di necessità di emergenza.

Le carte sono state già trasferite al Demanio regionale, i lavori, una volta ricevuto il "via" potrebbero durare poche settimane.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento