Peschereccio affondato, proseguono le ricerche del marinaio disperso

S'è dovuto attendere un lieve miglioramento delle condizioni del mare per far immergere il robot della Guardia costiera che dovrà scandagliare l'area al largo di Lampedusa

Una motovedetta della Guardia costiera, nel riquadro il marinaio disperso Francesco Solina

S'è dovuto attendere un lieve miglioramento delle condizioni del mare, previsto a partire da mezzogiorno e fino alle 15, per tentare di far immergere il robot della Guardia costiera che dovrà scandagliare l'area - a circa 4 miglia e mezzo dalla costa di Lampedusa - dove nella notte fra lunedì ed ieri si è inabissato il peschereccio "Giacomo Maria".

LEGGI ANCHE: AFFONDA PESCHERECCIO, UN MARINAIO DISPERSO

Nell'area dell'incidente sono presenti quattro sommozzatori della Guardia costiera di Messina. Dopo questa indagine visiva, il robot registrerà tutto quello che è visibile, si deciderà come procedere. Le ricerche del disperso, Francesco Solina di 51 anni, dall'alba sono riprese. Ricerche effettuate in superficie con due motovedette della Capitaneria di porto di Lampedusa e con un Atr. Niente è stato però avvistato e sembra farsi sempre più strada l'ipotesi che il marinaio possa essere rimasto incastrato nel peschereccio affondato.

LEGGI ANCHE: LA PROCURA HA APERTO UN'INCHIESTA

Determinante sarà pertanto l'utilizzo del robot che si calerà fino ad una profondità di circa 67 metri dove l'imbarcazione si è adagiata. Calmandosi il mare, la visibilità delle telecamere del robot aumenterà. Le ricerche del disperso sono coordinate dalla Capitaneria di Palermo e di Roma. Anche la Prefettura e la Procura di Agrigento, così come il sindaco Giusi Nicolini si tengono costantemente informati.

Ieri, intanto, la Procura della Repubblica di Agrigento, con il sostituto di turno, Salvatore Vella, ha aperto un'inchiesta per far luce sull'accaduto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

  • Alberi e detriti per strada, il sindaco: "Non uscite da casa se non necessario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento