"Quota 100" azzera gli organici, l'Asp corre ai ripari: trovati 60 infermieri

L'azienda sanitaria provinciale ha cercato di fronteggiare le esigenze di questo periodo estivo e di mantenere i livelli minimi di assistenza sanitaria negli ospedali

(foto ARCHIVIO)

Con la mobilità s’è riusciti a fare poco, molto poco. Sono stati, infatti, appena 4 gli infermieri “recuperati” da altre aziende sanitarie per prestare servizio negli ospedali di Agrigento e provincia. “Quota 100” ha determinato un boom di richieste di pensionamento proprio da parte degli infermieri professionali ed ha dunque, di fatto, reso ancor più drammatica la già esistente carenza di organico. Ma qualcosa sta per cambiare. L’Asp 1 di Agrigento, per fronteggiare le esigenze di questo periodo estivo e mantenere i livelli minimi di assistenza sanitaria, è riuscita, con avviso pubblico, a trovare ben 60 infermieri. Sarà, per loro, un lavoro di appena quattro mesi, quindi a tempo determinato, ma almeno gli ospedali agrigentini non dovrebbero più ingolfarsi.

Ad approvare la proposta del direttore del servizio Risorse umane dell’Asp di Agrigento è stato il direttore generale Giorgio Giulio Santonocito. La delibera, sottoscritta nei giorni scorsi, ha la clausola di “immediata esecuzione” e questo per “definire la procedura e garantire i livelli essenziali di assistenza (ossia le prestazioni e i servizi che il servizio sanitario nazionale è tenuto a fornire a tutti i cittadini) attraverso l’assunzione di nuove risorse: di infermieri professionali”.

All’Asp di Agrigento, già da mesi, sono arrivate numerose richieste da parte dei responsabili dei presidi ospedalieri e del territorio tutto. Istanze che hanno “rappresentato le difficoltà quotidiane a garantire i ‘Lea’ e la continuità dei servizi ospedalieri per la gravissima carenza di personale infermieristico, con particolare riferimento – è stato scritto dai responsabili dell’azienda sanitaria provinciale di Agrigento – al periodo estivo e alle necessità di garantire il diritto ad usufruire delle ferie per il personale stesso”. 

La direzione strategica dell’azienda sanitaria provinciale per il reclutamento del personale infermieristico ha dunque disposto un urgente avviso pubblico. Sono arrivate 110 domande. Ecco dunque che il bacino dal quale attingere, per fronteggiare esigenze ed emergenze, finalmente, c’è. “Il personale infermieristico – scrive l’Asp verrà reclutato secondo l’ordine cronologico di arrivo delle Pec, contenenti le istanze di partecipazione all’avviso pubblico. Gli infermieri saranno chiamati a svolgere la loro attività professionale per 4 mesi. Saranno 60 gli infermieri che verranno immessi in servizio”, ai quali si aggiungeranno 7 provenienti dalla stabilizzazione e 4 infermieri dalla graduatoria di mobilità”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento