Apre un parco giochi per bimbi, distrutto poche ore dopo

Un consigliere comunale ha anche consegnato i suoi gettoni di presenza, ed è stato organizzato un minestrone di beneficenza

foto archivio

Ci sono voluti circa 3500 euro per realizzare un parco giochi nella località balneare dello Stazzone, a Sciacca.  Lo spazio dedicato ai più piccoli è figlio di una raccolta fondi. Un consigliere comunale ha anche consegnato i suoi gettoni di presenza, ed è stato organizzato un minestrone di beneficenza. Oltre a questo anche un comitato guidato da Lorenzo Vaiana ha voluto fortemente questo parco giochi, fin qui tutto bene. Se non fosse, che, dopo qualche ora dell’inaugurazione sono stati distrutti parti dei giochi. Il comitato di quartiere, secondo quanto fa sapere l’edizione odierna del Giornale di Sicilia, ha deciso che acquisterà un impianto di video sorveglianza: “Una vigilanza notturna – dice il consigliere comunale Alessandro Curreri – ci viene già assicurata dal proprietario di un locale della zona che ha disposto all’istituto che si occupa della sicurezza della sua azienda di controllare anche il parco giochi. Per un servizio più continuo, però, collocheremo, in breve tempo, le telecamere con l’impianto che sarà collegato a quello del Comune". Per realizzare questo parco gioco ci sono stati anche altri interventi, un’azienda ittica ha contribuito economicamente così come Inner Wheel e Avis, oltre a diversi privati.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Ci vuole il reddito di cittadinanza per placare gli animi...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Nessuna corruzione, quelle palme furono un regalo": D'Orsi davanti ai giudici

  • Cronaca

    "Pressioni su dirigente per salvare immobile abusivo di una parente", chiesto rinvio a giudizio del sindaco

  • Cronaca

    "Cocaina nascosta nei contatori elettrici", operaio patteggia

  • Cronaca

    Il Belice dimenticato, Valenti a Montecitorio: "Cinquantuno anni dopo, è una vergogna nazionale"

I più letti della settimana

  • "Minacce ai miei dipendenti? Erano raccomandati e hanno avuto privilegi": la verità in aula di Moncada

  • Si getta in mare per farla finita, 60enne salvata in extremis dai carabinieri

  • Ancora neve sulle strade dell'Agrigentino, burrasche e rallentamenti

  • Claudio Baglioni "figlio" di Lampedusa nella bufera, Martello: "Merita rispetto"

  • "Sì, li ho uccisi io insieme ai miei cognati": 3 arresti, uno anche a Cammarata

  • Rocambolesco inseguimento, bloccata un'auto: a bordo balordi dell'Agrigentino

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento