Maltratta e picchia ex fidanzata minorenne, condannato 24enne

Il processo scaturito dalle denunce della vittima, il giudice infligge un anno e otto mesi di reclusione

Un anno e otto mesi di reclusione per le accuse di maltrattamenti in famiglia e stalking. Sono stati inflitti dal gup Stefano Zammuto nei confronti di un ventiquattrenne di Palma di Montechiaro, accusato di avere picchiato e perseguitato per anni l’ex convivente che, all’epoca dei fatti, era minorenne. Il giovane, difeso dagli avvocati Domenico Romano e Orlando Dicembre, avrebbe maltrattato la ragazzina fra il 2015 e l’ottobre del 2017.

La pena decisa dal giudice è ampiamente inferiore rispetto ai 3 anni e 6 mesi chiesti all’udienza precedente dal pubblico ministero Emiliana Busto che aveva definito le denunce della vittima “del tutto attendibili e riscontrate dall’indagine”. Il ventenne avrebbe picchiato con calci e pugni la fidanzata con cui conviveva e le avrebbe tirato i capelli. Le avrebbe, inoltre, impedito di frequentare liberamente conoscenti, amici e altri familiari “instaurando all’interno del contesto familiare un clima di prevaricazione e rendendo assolutamente intollerabile la prosecuzione della vita in comune”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento